Poesia di Charles Baudelaire – La Musa Venale

<a href=”http://www.poetiscrittori.it/175/poeta-celebre-charles baudelaire-biografia-e-poesie”>Torna alla biografia di Charles Baudelaire</a>

O musa del mio cuore, amante dei palazzi, avrai tu, quando Gennaio libererà i suoi venti, nella nera noia delle sere nevose, un tizzone che scaldi i tuoi piedi violacei?

Rianimerai dunque le tue spalle marmoree ai raggi notturni che filtrano attraverso le imposte? Al sentire borsa e palazzo a secco, raccoglierai l’oro delle volte azzurrine?

Bisogna che tu, per guadagnarti il pane d’ogni sera, dondoli, come il chierichetto, l’incensiere, cantando un Te Deum cui non credi?

Oppure, come un saltimbanco a digiuno, mostrerai le tue grazie e il tuo riso molle d’un pianto che non si vede per far sì che il volgo si sganasci dalle risate?

I video spot più cliccati del Web:

  • Poetiscrittori


  • Spazio video



  • Spazio video



  • Spazio video



  • Spazio video



  • Spazio video



  • Spazio video



  • Spazio video



  • Spazio video



  • Spazio video



  • Spazio video