Poesia di Dante Alighieri – Letizia

Torna alla biografia di Dante Alighieri

Per la natura lieta onde deriva
la virtù mista per lo corpo luce
come LETIZIA per pupilla viva.
Vidi a’ lor giochi quivi ed a’ lor canti
ridere una bellezza, che LETIZIA
era nelli occhi a tutti li altri santi.
Pero’ ch’i’ credo che l’alta LETIZIA
che ‘l tuo parlar m’infonde, signor mio,
là ‘ove ogni ben si termina e s’inizia.
E sì come ciascuno a noi venia
vedeasi l’ombra piena di LETIZIA
nel fulgor chiaro che di lei uscia.
Luce intellettual, piena d’amore;
amor di vero ben, pien di LETIZIA;
LETIZIA che trascende ogni dolzore.
Per tanti rivi s’empie d’allegrezza
la mente mia, che di sè fa LETIZIA
perchè può sostenere che non si spezza.

I video spot più cliccati del Web:

  • Poetiscrittori


  • Spazio video



  • Spazio video



  • Spazio video



  • Spazio video



  • Spazio video



  • Spazio video



  • Spazio video



  • Spazio video



  • Spazio video



  • Spazio video