Poesia di Dante Alighieri – Lo meo aervente core

Torna alla biografia di Dante Alighieri

Lo meo servente core
vi raccomandi Amor, che vi l’ha dato,
e Merzé d’altro lato
di me vi rechi alcuna rimembranza;
ché, del vostro valore
avanti ch’io mi sia guari allungato,
mi tien già confortato
di ritornar la mia dolce speranza.
Deo, quanto fie poca addimoranza,
secondo il mio parvente:
ché mi volge sovente
la mente per mirar vostra sembianza;
per che ne lo meo gire e addimorando,
gentil mia donna, a voi mi raccomando.

I video spot più cliccati del Web:

  • Poetiscrittori


  • Spazio video



  • Spazio video



  • Spazio video



  • Spazio video



  • Spazio video



  • Spazio video



  • Spazio video



  • Spazio video



  • Spazio video



  • Spazio video